AllerGenIO è sulla piattaforma di equity crowdfunding Starsup per il suo primo round di finanziamento.

AllerGenIO ha una missione chiara, quella di mettere in relazione due mondi che finora non si parlavano: i ristoratori e i consumatori che presentano allergie o intolleranze alimentari.

Dopo aver creato il software che permette ai ristoratori di tenere aggiornati i loro menù in tempo reale, rispettando il Regolamento allergeni emanato dall’UE n.1169 del 2011, entrato in vigore il 13 Dicembre 2014, il prossimo passo di AllerGenIO è avviare l’applicazione mobile IO, attraverso la quale i consumatori che presentano allergie e intolleranze alimentari potranno decidere cosa mangiare fuori casa in completa sicurezza.

Grazie ad una licenza business, i ristoratori potranno condividere con i loro potenziali e abituali clienti tutti i piatti del giorno.

Il consumatore tramite l’applicazione profilerà le proprie intolleranze o allergie alimentari e, con la geolocalizzazione, potrà prenotare un tavolo al ristorante che presenta la certificazione AllergenSafe.

Con AllerGenIO sarà finalmente possibile ottenere un’identificazione chiara degli allergeni presenti nei pasti; i milioni di consumatori trascurati potranno ritrovare il piacere di pranzare e cenare fuori casa e i ristoratori vedranno aumentare la loro clientela.

L’obiettivo della campagna di equity crowdfunding va da
un minimo di €100.000 a un massimo di €250.000

Che vantaggi hanno i nuovi soci che acquistano una partecipazione attraverso l’Equity Crowdfunding?

Chi sceglierà di credere in AllerGenIO potrà:

  • investire su un business scalabile;
  • contare su di un team competente nel settore;
  • sostenere una soluzione concreta, validata scientificamente e soprattutto urgente per il mondo della ristorazione.

Agli investitori che sottoscriveranno almeno 5mila euro saranno attribuite quote ordinarie (di categoria “A”) mentre a chi vorrà aderire all’offerta per cifre inferiori saranno attribuite quote di categoria “B” ossia prive del diritto di voto in assemblea, del diritto di prelazione sulla circolazione e liberamente trasferibili.

In entrambi i casi, ovvero a prescindere dalla somma investita, i sottoscrittori potranno godere di importanti benefici fiscali: l’ultima legge di bilancio, infatti, attribuisce a chi investe nel 2019 in startup innovative, una detrazione dall’IRPEF del 40% dell’importo investito se persona fisica e una deduzione dall’imponibile IRES di pari importo se persona giuridica[1].

È prevista, inoltre, una “ricompensa” (reward) per i ristoratori che sottoscriveranno quote di categoria “A”, vale a dire almeno 5mila euro, data dall’abbonamento illimitato alla licenza AllerGenIO (corrispondente ad un controvalore monetario di €2.970).
Questo fa sì che se, ad esempio, un ristoratore decidesse di aderire alla campagna acquistando una quota da 5mila euro, facendolo a titolo personale, si troverebbe ad avere interamente ripagato l’investimento dal beneficio fiscale e dall’utilizzo del software.

[1] Detta agevolazione è soggetta a preventiva autorizzazione UE perciò, qualora non dovesse arrivare, scenderebbe alla comunque elevata aliquota del 30% previgente.

Siamo qui per rispondere ad ogni tua domanda

Autorizzazione

Seguici sui social